La perfezione fisica è un diritto
ereditato dall’uomo alla nascita

Così Joseph Hubertus Pilates riassumeva la filosofia del metodo da lui inventato, per il quale formulò sei principi originali utili a stabilire la qualità degli esercizi:

 

1) Respirazione
Una respirazione corretta ossigena il sangue e favorisce la circolazione, migliorando i movimenti. Respirare senza interruzioni, indipendentemente dall’azione effettuata, diventa così una regola imprescindibile dal movimento che si sta facendo.

2) Concentrazione
Nel metodo Pilates ogni movimento deriva dalla massima concentrazione dal continuo dialogo tra mente e corpo.

3) Controllo
Esattamente come fa un atleta che prepara una gara importante, nel metodo Pilates bisogna calcolare e pianificare ogni movimento.

4) Baricentro
Il baricentro del corpo, inteso come l’ampia fascia che va dall’ombellico fino alla parte inferiore della schiena, è il perno di tutti i movimenti, siano essi delle braccia o delle gambe.

5) Precisione
I benefici di ogni singolo esercizio sono direttamente proporzionali al grado di precisione con cui vengono effettuati.

6) Fluidità
Così come in natura, i movimenti devono essere continui e fluidi tra di loro.